Frequently Asked Questions

1.

È obbligatorio che il costo annuo della copertura scelta sia pagato interamente dall’azienda?
Qual è la quota a carico dell'impresa e quella a carico del dipendente?

L’Azienda ha esclusivamente l'obbligo del versamento a FasiOpen dei contributi in maniera trimestrale posticipata, FasiOpen non opera alcun controllo sul fatto che queste somme siano a carico dell’azienda, del lavoratore, o in compartecipazione.

2.

L’Amministratore o i Soci dell’Azienda sono assistibili da FasiOpen?

L'assistibilità è riservata a tutti i lavoratori dell'Azienda che non hanno titolo per l'iscrizione al Fasi. Per lavoratore si intende chiunque collabori alle attività produttive dell'Azienda, a prescindere dalla tipologia di contratto applicato (tempo determinato, a progetto, ecc..).

Sono comunque esclusi i soggetti che percepiscono dall'Azienda compensi a seguito dell'emissione di una fattura (es: collaboratori a partita iva).

3.

È possibile cambiare piano sanitario?

Si, i cambi di piano sanitario sono sempre possibili su base collettiva, da comunicare entro il 31 dicembre e la scelta diventa operativa a partire dal 1° gennaio dell’anno successivo. Ovviamente il cambio piano del lavoratore coinvolge di conseguenza anche gli eventuali familiari.

4.

C’è un periodo minimo di iscrizione per l’azienda?

Sì, la durata minima dell’iscrizione dell’azienda è di un anno. È facoltà dell’azienda iscritta recedere dal FasiOpen, con effetto dal 1° gennaio. Il recesso deve essere comunicato dall’azienda con lettera raccomandata A/R da spedirsi al FasiOpen stesso entro il 31 ottobre precedente. In mancanza di recesso, l’iscrizione si rinnova tacitamente di anno in anno.

5.

C’è un periodo minimo di assistibilità del lavoratore?

Si, il singolo lavoratore assistito ed i suoi eventuali familiari possono recedere in qualunque momento, fermo restando il vincolo dell’assistenza almeno fino al 31 dicembre dell’anno in cui viene inoltrata la richiesta.

6.

È ammessa l’assistibilità del singolo anche se unico rappresentante di una categoria omogenea?

No, l’assistibilità del singolo non è mai ammessa in quanto viene meno il principio dell’assistibilità su base collettiva prevista dall’art.2 del regolamento FasiOpen.

7.

La quota d’iscrizione è a carico dell'Azienda
o del dipendente?

Non ci sono vincoli specifici in tal senso, la quota d’iscrizione una tantum verrà comunque versata dall’azienda unitamente al primo versamento contributivo trimestrale. Tale quota, peraltro, non è dovuta esclusivamente dalle aziende che prima di iscriversi al FasiOpen, avevano posto in essere altre forme di assistenza sanitaria integrativa per i propri lavoratori. Per maggiori dettagli si consulti il regolamento FasiOpen (art.10).